Convegno: I diritti personalissimi nell’amministrazione di sostegno, 16/10/2020 con Fondazione Forense

Share Button
Il giorno 16/10/2020 p.v. dalle ore 15.30 alle ore 17,30, in diretta sulla piattaforma Gotowebinar, sarò moderatore di questo interessante convegno sul tema de “I diritti personalissimi nell’Amministrazione di Sostegno”.
Di seguito la presentazione dell’evento dal sito della Fondazione Forense Bolognese, organizzatrice dell’evento assieme all’Associazione ABAS di cui sono membro del direttivo.

Leggi tutto

Figli minori e social network

Share Button

Il Tribunale di Chieti, con recente sentenza del 21 luglio 2020, in merito alla questione della pubblicazione di foto di un figlio minore su social network, ha prescritto a entrambi i genitori di astenersi da dette pubblicazioni in assenza di consenso esplicito dell’interessato (ormai entrato nel diciassettesimo anno d’età).

Leggi tutto

Tempi paritetici del minore coi genitori: nuovo freno della Cassazione

Share Button

Da tempo molti interpreti accentano il vantaggio per il benessere del minore nella frequentazione dei genitori separati per tempi paritetici. Sul tema si è espressa nuovamente e recentemente la Corte di Cassazione con un provvedimento che appare frenare l’applicazione di questo principio.

Leggi tutto

Facoltà del Giudice e non del CTU di determinare i poteri dell’A.d.S. pur con minima motivazione

Share Button

La Corte di Cassazione, Ia Sez. Civile, con Ordinanza 4266 depositata il 19 febbraio 2020 ha stabilito che è facoltà del Giudice di determinare i poteri dell’Amministratore di Sostegno, anche discostandosi dalle indicazione suggerite dal CTU, seppur con la necessità di una anche minima e sommaria motivazione a sostegno della decisione.

Leggi tutto

Riconoscere la PAS: gli 8 sintomi individuati dal Tribunale di Brescia

Share Button

Il Tribunale di Brescia con la Sentenza n. 815/2019 pubblicata il 22/03/2019 ha evidenziato 8 sintomi che consentirebbero di riconoscere la presenza di una Sindrome di Alienazione Parentale (PAS) in capo a un minore.

Leggi tutto

Limiti al diritto d’abitazione sulla casa da parte del coniuge superstite

Share Button

La Corte di Cassazione, con Ordinanza 15277 depositata il 5 giugno 2019 ha ribadito che i diritti riservati al coniuge superstite dall’art. 540, co. 2, c.c. di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare e di uso sui mobili che la corredano, se di proprietà del defunto o comuni, riguardano l’immobile concretamente utilizzato come residenza familiare prima della morte del “de cuius”, sicché essi non spettano al coniuge separato senza addebito, qualora la cessazione della convivenza renda impossibile individuare una casa adibita a residenza familiare.

Leggi tutto