Convegno: Minori in rete, quando internet diventa una trappola

Share Button

Si è tenuto oggi, 9 giugno 2021, il primo convegno della sezione Emilia-Romagna dell’Osservatorio Violenza e Suicidio, di cui ho l’onore di essere referente per l’area legale in Emilia Romagna appunto e che mi ha visto relatore con una “sintetica cornice normativa” della materia.

Scaletta con relatori:

Introduce e Modera Dott. Andrea Gori Psicologo sede Emilia Romagna dell’Osservatorio Violenza e Suicidio
Saluti del Presidente dell’Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna Dott. Gabriele Raimondi
Saluti e Presentazione dell’OVS Dott. Stefano Callipo Presidente dell’Osservatorio Violenza e Suicidio, Psicologo Psicoterapeuta
Uso e abuso di internet Dott.ssa Annarita Petrilli –Psicologa Psicoterapeuta, Responsabile sede Emilia Romagna dell’Osservatorio Violenza e Suicidio
Attività di prevenzione per un uso consapevole della rete da parte dei minori Vice Ispettore Francesco Lo Nardo e Vice questore aggiunto Claudia Lofino, Polizia Postale di Bologna

Quando il gioco si fa pericoloso: le sfide, le minacce e gli adescamenti via social
Dott.ssa Angela Ragnetti –Psicologa Psicoterapeuta sede Emilia Romagna dell’Osservatorio Violenza e Suicidio
Comportamenti anticonservativi e adolescenza Dott. Gabriele Tonelli Psichiatra Neuropsichiatra Infantile e Psicoterapeuta
Minori e internet: sintetica cornice normativa della vicenda Avv. Francesco Brandoli–Area legale Emilia Romagna dell’Osservatorio Violenza e Suicidio

Presentazione dell’evento:

Internet ormai fa parte della nostra quotidianità ed è impensabile farne a meno.
Ha accorciato le distanze, ci ha facilitato il lavoro, ci ha permesso di realizzare attività ludiche inusuali.
Le nuove generazioni, definite da molti “nativi digitali” sono l’effetto di un cambiamento repentino di uno stile di vita di cui l’uso di mezzi tecnologici fa ‘da padrone’, ma anche coloro che sono nati lo scorso secolo hanno stravolto le loro abitudini grazie a questi.
Molto spesso però un utilizzo errato o eccessivo può diventare una trappola che in alcuni casi può essere anche fatale.
E allora, cosa fare? Come limitare e aiutare i nostri ragazzi a farne un buon uso?
Ne parleremo e ci confronteremo in un evento dedicato a questo tema, mercoledì 9 giugno su piattaforma.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *